fbpx

Fissa un appuntamento

L'Aquila colloqui in presenza e on line tramite Skype. Possibilità di colloqui a seduta singola.

Chiamami:
+39 328 28 38 399

Scrivimi una email:
didonato.francesca@live.it

19.Una gabbia d’oro: l’iperprotezione genitoriale. Paola Pellegrino

1 mese ago · · 0 comments

19.Una gabbia d’oro: l’iperprotezione genitoriale. Paola Pellegrino

Genitori dalla nascita: dal giorno zero all’adolescenza.
Psicoeducazione e supporto alla genitorialità.


Nuova Rubrica a cura di Anderlini Sara, Pellegrino Paola, Virgilio Noemi, per Scuola di Psicologia di Francesca Di Donato.
Per seguirle sui canali social vai qui 1.Rubrica “Genitori dalla nascita: dal giorno zero all’adolescenza.” Psicoeducazione e supporto alla genitorialità – Scuola di Psicologia

Una gabbia d’oro: l’iperprotezione genitoriale di Paola Pellegrino

Una tendenza spesso diffusa nel rapporto con i figli è quella che si sviluppa nel tentativo di tracciare per loro, un sentiero quanto più possibile sicuro, comodo e privo di ostacoli.

L’idea è quella di poter evitare sofferenze, delusioni, esperienze poco piacevoli non essendo consapevoli del fatto che quello che in realtà si produce è un ostacolo per la loro crescita e per la relazione.

L’ eccessiva protezione genitoriale infatti ostacola il fisiologico e graduale processo di autonomia e individuazione, mina la percezione di efficacia personale, lede la spinta all’autodeterminazione e spesso dipinge una tela in cui il mondo appare pericoloso e in cui le sfumature prevalenti sono quelle della paura.

Può essere definita come una “forma di deprivazione che impedisce di gestire frustrazioni e tempeste emotive caratteristiche dell’infanzia e dell’adolescenza”, in cui il figlio non è mai totalmente libero di agire e di esperire il mondo sperimentando e conoscendo se stesso. Lo fa piuttosto aderendo a dei modelli o richieste e aspettative più o meno implicite in cui i genitori sono al centro.

Si costruisce così una gabbia che se anche può apparire dorata, intrappola, indebolisce e trattiene ostacolando lo sviluppo non solo delle esperienze di vita del ragazzo ma anche la possibilità di sviluppare strategie di autoregolazione emotiva efficaci e sane.

Quello che invece è importante è la possibilità di favorire il loro bisogno di esplorazione ed espressione puntando alla costruzione di un rapporto di fiducia reciproca e di equilibrio in cui poter sperimentare sia la libertà che la vicinanza di cui hanno bisogno nelle varie tappe della vita oltre che un posto sicuro in cui poter tornare ogni volta che sarà necessario.

Il focus per il genitore dovrebbe essere creare le basi di fiducia nella possibilità di poter sempre affrontare le situazioni che potrebbero presentarsi, e non sull’evitare che l’ambiente esterno possa essere ostile o complicato da gestire e dunque da “evitare”.


Simbolismo dell’illustrazione a cura di Francesca Di Donato, psicologa.
Illustrazione di Mirella Farchica, illustratrice.

Il nido è la base sicura da cui tutto ha inizio, quel luogo dove sapere di poter tornare ogni volta che si ha voglia o bisogno di accoglienza, calore, contenimento, appartenenza. L’uovo schiuso è il giorno zero, momento esatto in cui ci si apre al mondo con la nascita.
L’uccello che spicca il volo è la persona che attraversa quella fase fondamentale di sperimentazione verso se stessa e verso l’ambiente esterno e che muove i primi tentativi di volo in direzione di ciò che nel tempo sceglierà di essere e verso il mondo che sceglierà di vivere. Le farfalle, simbolo di trasformazione, hanno anche lo scopo di sottolineare quando una buona crescita favorisce anche una sana integrazione con ciò che è diverso da sé.
La loro presenza sottolinea inoltre il diritto di un figlio di essere tutt’altro (un uccello) dai genitori (farfalle) che lo hanno messo al mondo.
Le foglioline intorno al nido indicano qual qualcosa che può crescere solo in presenza di sole e acqua come nutrimento, letto in chiave archetipica della buona integrazione tra maschile e femminile psichico necessario in ciascuno di noi.

 

Categories: Rubrica a cura di...

Francesca Di Donato - Psicologa

Francesca Di Donato - Psicologa

Psicologia clinica, dinamica e della salute - percorsi individuali, di coppia e in gruppo: in presenza e online
Formatore e Supervisore: in presenza e online

error: Content is protected !!